IPERTENSIONE E VITAMINA C

La rivista “Lancet” ,ha recentemente pubblicato uno studio condotto da alcuni ricercatori della Boston University School of Medicine e dell’Oregon State University su trentanove pazienti affetti da ipertensione: alla metà dei pazienti è stato somministrato un placebo e all’altra metà una dose di 500 milligrammi di Vitamina C. Dopo un mese di trattamento nei pazienti trattati con Vitamina C si è riscontrato un calo della pressione arteriosa significativamente più rilevante (-9.1%) rispetto a quelli trattati con placebo (-2,7%). L’effetto sembra essere dovuto alla capacità della Vitamina C di aumentare l’attività biologica dell’acido nitrico, necessario ai vasi sanguigni per dilatarsi.

Pubblicato in News

RAFFREDDORE E ZINCO

Alcune ricerche riportate sulla rivista Jama affermano che una terapia a base di zinco (mg.13.3 ogni due ore entro 48 ore dalla comparsa dei primi sintomi) è in grado di alleviare ed abbreviare il decorso del raffreddore. Sembra che il minerale sia in grado di bloccare la replicazione dei principali virus implicati in tale patologia.

Pubblicato in News

Novità sull’ictus

Uno studio pubblicato su Cell death and differentation ha dimostrato che bloccando due recettori cellulari implicati nella morte cellulare (TnFr1 e Cd95), si può arrestare il processo degenerativo post-ictus e migliorare la prognosi di tale affezione.
Topi geneticamente modificati in tal senso infatti presentano maggior resistenza all’ ipossia.

Pubblicato in News