ANANAS E DIETOLOGIA

Con l’arrivo della bella stagione torna alla ribalta l’argomento diete , e con esso i suoi miti ricorrenti: l’ananas , ad esempio, viene indicato come idoneo a “bruciare i grassi”; pur non avendo (naturalmente) tale funzione, il frutto è consigliabile per l’alto contenuto di vitamine ,fibre e sali minerali ed anche per la presenza di bromelina, enzima a spiccata azione proteolitica.

MALATTIE CARDIOVASCOLARI E CAFFÈ

Uno studio finlandese pubblicato sulla rivista Nature ha dimostrato che il consumo di caffè non solo non aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, ma al contrario potrebbe avere un’azione protettiva dall’infarto. I tassi di mortalità più elevata nei casi presi in considerazione dallo studio sono stati infatti riscontrati nei non consumatori di caffè.

OBESITÀ E DIABETE

Una nuova acquisizione nella comprensione dei meccanismi che legano il diabete all’obesità viene dai ricercatori della Pensylvania School of Medicine: il loro studio,pubblicato su Nature, riguarda infatti l’individuazione di un gene, espresso solamente dalle cellule adipose, che codifica una proteina ad azione ormonale denominata Resistina: quest’ultima rappresenta un collegamento importante tra obesità e diabete in quanto inibisce l’accumulo di glucosio all’interno delle cellule adipose.